Atelier Bologna è un negozio aperto al pubblico situato nel centro storico di Bologna.

Il nostro Atelier nasce da una grande passione per l’arredamento Provenzale, French Country e Shabby. Passione nata inizialmente nelle nostre abitazioni, in cui fin da quando eravamo piccoli, si respirava l’aria della casa di campagna, dove vecchi oggetti di famiglia, pieni di ricordi, si mescolavano ad oggetti nuovi ma con effetto vissuto. Lo stile shabby infatti (la cui traduzione è letteralmente “trasandato”) raccoglie complementi e arredi dal sapore antico e dalle finiture usurate ed imperfette, e tessile dalla bellezza senza tempo, in colori chiari e polverosi, impreziosito da rouche e ricami, come i tessuti di una volta.

Questi stili, simili per alcuni versi tra loro, si mescolano all’interno del nostro Atelier, in un’atmosfera rilassante, con profumi inebrianti e una musica coinvolgente, facendo riaffiorire ricordi d’infanzia. Tutto il negozio è stato arredato come fosse una vera abitazione ed ogni angolo è fonte di ispirazione.

Gli oggetti che continuamente ricerchiamo e proponiamo hanno un sapore antico, sono legati ad un ricordo e sono spesso lavorati artigianalmente per conferire ad ognuno di loro quell’aria di vissuto ed unicità che è da considerarsi pregio e non difetto, come fossero piccoli tesori trovati nella soffitta dei nonni o al mercatino delle pulci di Parigi.

Questo è ATELIER Bologna

Come nasce Atelier Bologna

L’idea di Atelier Bologna nasce nel 2010 da Cristiana ed il marito Paolo, più per passione che per lavoro.

Cristiana è all’epoca e già da vari anni, Direttore Commerciale dell’azienda di famiglia che importa, in parte produce, e distribuisce in Italia bellissimi grandi acquari ornamentali. Ma la sua passione è l’arredamento soprattutto in stile Provenzale e Country Chic che ama da quando è piccola. Già negli anni 2000, quando ancora questi stili erano in Italia poco conosciuti, inserisce nella sua casa di Bologna, alcuni arredi da lei stessa commissionati in una falegnameria di fiducia, realizzati sempre su sua richiesta in un colore avorio chiaro e leggermente invecchiati in stile volutamente provenzale. Pochi anni dopo lo stile diventa più noto ed alcune aziende del settore iniziano infatti ad importare e vendere complementi ed arredi in colore bianco. Inizia a prendere piede lo stile “Shabby Chic”.

Nata in Grecia da madre italiana e padre greco, Cristiana viene in Italia con i genitori quando ha 6 anni. Inizia e completa i suoi studi proprio a Bologna, città d’origine della madre.
Proprio con lei condivide l’amore per i vecchi oggetti di famiglia, vecchi servizi di piatti, tazze da thè, contenitori in latta, foto in bianco e nero e le vecchie tovaglie che la nonna materna ricamava nel tempo libero e che la madre custodisce ancora come piccoli tesori. Insieme amano ancora visitare mercatini dell’antiquariato e collezionare vecchi oggetti. La madre resta per Cristiana un punto di riferimento molto forte.

Nel 2010 Cristiana e Paolo si sposano ed il ricevimento viene dato, in via del tutto eccezionale, con appena un centinaio di invitati, a Villa Marana situata nelle campagne del Bolognese, di proprietà della cara amica di famiglia (scomparsa un anno fa) Bianca Maria Molinari Pradelli, vedova del famoso Direttore d’Orchestra e collezionista d’arte Francesco Molinari Pradelli. La collezione del Maestro ancora custodita nella Villa, vanta varie opere d’arte, ed oltre 300 quadri del ‘600 e ‘700 Barocco italiano.
E’ proprio Bianca Maria che insiste affinché il loro ricevimento si svolga nella sua villa, nonostante la stessa non venga mai utilizzata per eventi di questo genere. L’organizzazione dell’evento, viene seguito dagli stessi sposi che si divertono, con l’aiuto prezioso della proprietaria, ad allestire e scegliere i complementi, la mise en place, le tovaglie, i fiori, la musica e tutto l’allestimento per l’imminente ricevimento. Un nuovo interesse inizia a prendere forma…

E’ proprio in quell’occasione e nelle tante domeniche trascorse nella Villa di Molinari Pradelli, spesso piena di ospiti e musicisti che si esibivano per “pochi amici” con il pianoforte personale del Maestro, che Cristiana ed il marito iniziano a vedere con occhio diverso e ad apprezzare il connubio di un atmosfera elegante ma sobria e particolari rustici tipici della casa di campagna.
Per esempio il grande camino della sala adornato con cesti ed accessori molto rustici, accanto a scrittoi antichi e grandi poltrone con tappezzerie decisamente più eleganti. O anche la grande cucina della villa, piena di vecchie zuppiere, bricchi e pentole in rame, a disposizione di chiunque la volesse utilizzare e in cui la stessa Bianca Maria cucinava per i suoi ospiti. Tutto questo rendeva l’atmosfera molto intima e familiare. In quelle occasioni persone anche molto conosciute, aiutavano se volevano, in cucina o preparavano pietanze. Si respirava un’atmosfera di classe ma al contempo semplice e informale.

Qualche anno più tardi, dopo una scelta lavorativa decisiva, al piano terra di uno dei palazzi di famiglia nel centro storico di Bologna, nasce ATELIER Bologna con l’idea di ricreare proprio quell’atmosfera ricercata e rilassante, dove eleganza e raffinatezza incontrano una scelta di stile più rustica che rispecchia l’animo dei proprietari. La cara Bianca Maria è stata una loro grande sostenitrice, scegliendo proprio all’interno del negozio, tanti accessori per gli eventi svolti a Villa Marana dagli esclusivi Club Rotary e Lions International.

Il negozio, da subito non segue per espressa scelta dei proprietari, mode o tendenze, ma crea un proprio catalogo di prodotti più o meno continuativi e sceglie di collaborare oltre che con aziende nord europee, con aziende italiane, cercando il made in Italy ove possibile per affinità di stile, per tessuti e ceramica. Si ricercano principalmente oggetti di uso quotidiano ma particolari, si predilige il ferro ed il legno invecchiato, senza mai dimenticare un tocco di romanticismo. Si mischiano gli stili Provenzale, French Country e Shabby Chic. L’identità forte e personale, diversa dalla proposta solita dei negozi del settore, fa si che ATELIER Bologna raggiunga velocemente popolarità e sia conosciuto anche all’estero.

Ogni oggetto in Atelier è scelto con cura ed è sempre abbinato ad un ricordo caro. I bellissimi tessuti sono semplici ma arricchiti con ricami e pizzi come quelli di una volta. Le lavorazioni sono artigianali per conferire quell’aspetto usurato tipico dei vecchi oggetti di famiglia.

Non per ultimo l’aiuto prezioso dei due figli maggiori. Heléna 20 anni studentessa di giurisprudenza e modella aiuta nella gestione molto impegnativa degli account di Instagram e Facebook. Alessandro 22 anni studente di Ingegneria e appassionato di web marketing segue l’andamento del sito internet e dello shop online.

close

10% di sconto per te 🎁

Iscriviti alla newsletter per ricevere il tuo sconto esclusivo!

Non mandiamo spam! Leggi la nostra privacy policy per maggiori informazioni.